style switcher

IL FESTIVAL

Luoghi dell’Anima - Italian Film Festival è stato inaugurato in occasione del centenario della nascita del poeta, scrittore e sceneggiatore Tonino Guerra. Ideato da Andrea Guerra, il Festival è promosso dall’Associazione Culturale Tonino Guerra e mira a valorizzare le opere cinematografiche in cui l’ambientazione è protagonista, nell’osmosi tra territorio, memoria, immaginazione e racconto.
L’obiettivo del Festival è mettere in evidenza quella perfetta fusione di spirito e materia che i luoghi dell’anima rappresentano e che abita nella complessità e nella diversità delle storie del cinema.
Secondo questa accezione, i luoghi dell’anima, naturalistici o urbani, riguardano la restituzione, la rappresentazione, la visione o il modo di guardare, non solo l’identità fisica dei luoghi stessi. Il luogo è una percezione del luogo e l’anima è quella percezione.
Il tema del Festival verte anche sulla bellezza che “ci fa pensare alto”, riprendendo le parole del Poeta, è il nutrimento della nostra mente, è quella che puoi anche incontrare per strada e ti riempie subito di stupore. Salvare la bellezza quindi significa salvare noi stessi. Partendo da questi concetti, il Festival è dedicato alle opere audiovisive che narrano al grande pubblico le memorie e le vicende di territori e persone, anche attraverso la sperimentazione di nuovi linguaggi e un lavoro di ricerca sui temi della resilienza ambientale e umana, contribuendo così alla rifles- sione sociale e antropologica, culturale e artistica.

continua a leggere







LE SEZIONI DEL FESTIVAL

OPERE PRIME IN CONCORSO

Nevia di Nunzia De Stefano (2019, 86’)
Io sono Vera di Beniamino Catena (2021, 101’)
Maternal di Maura Delpero (2019, 91’)
Regina di Alessandro Grande (2020, 82’)
Fortuna di Nicolangelo Gelormini (2021, 108’)

CORTOMETRAGGI IN CONCORSO

Una nuova prospettiva di Emanuela Ponzano (2020, 15’)
Gas station di Olga Torrico (2020, 10’)
Inverno di Giulio Mastromauro (2019, 15’)
I Am Afraid To Forget Your Face di Sameh Alaa (2020, 15’)
Origins di Simon Allegretta (2020, 5’50”)
Yalla di Carlo D’Ursi (2020, 18’)
Mother di Antonio Costa (2020, 20’)
Er Collera Moribbus - Conversazione all’osteria di Piazza della Gensola
di Matteo De Laurentiis, Katia Franco (2020, 8’)

DOCUMENTARI

Happy next di Andrea Cocchi (2020, 62’)
The Rossellinis di Alessandro Rossellini (2020, 90’)
Due Scatole dimenticate di Paolo Pisanelli e Cecilia Mangini (2020, 57’)
Via con me di Giorgio Verdelli (2020, 100’)

EVENTI SPECIALI